La Casa Natale di Giovanni Paolo II

Prezzi dei biglietti prenotazione biglietti prenotazione telefonica

Prenotazione biglietti

 

Ore di prenotazione:
9.00-13.00 da lunedì a venerdì
I biglietti possono essere prenotati non prima di tre mesi di anticipo

+48 33 823 35 65

 

+48 33 823 26 62

   

Sacerdozio

motyw_rozaniecGli eventi della seconda guerra mondiale, costrinsero Karol Wojtyla a interrompere gli studi presso l’Università Jagellonica ed a intraprendere un lavoro di operaio nella fabbrica del settore chimico di Cracovia „Solvay”, ai fini di evitare la deportazione ai lavori forzati in Germania. Nel 1941, Karol perse l’ultima persona più vicina – suo padre; morì dopo una lunga e grave malattia.Un anno dopo, il giovane Wojtyla iniziò a studiare presso il Seminario Metropolitano Maggiore di Cracovia, e il 1 novembre 1946 ricevette l’Ordinazione Sacerdotale. Poi andò a Roma a studiare presso l’Ateneo Angelicum papale (oggi: Pontificia Università San Tommaso d’Aquino), dove anlizzò, tra l’altro, la questione di fede di San Giovanni della Croce. Conseguì un dottorato di ricerca presso l’Università Jagellonica.

motyw_stroj_1Nel 1948, Don Karol Wojtyla fu assunto come vicario e catechista nella parrocchia di Niegowić. Ben presto fu trasferito alla parrocchia di S. Floriano a Cracovia. Lì, incontrò un gruppo di studenti che divennero i suoi più stretti amici. Uno dei fattori che legavano quest’ambiente, era la passione di percorrere sentieri di montagna, e quella per la natura. In estate, organizzavano le gite in montagna, facevano la canoa; d’inverno invece andavano a sciare. Capitava che il Don Karol si staccava dal gruppo e pregava in tranquilità, contemplava. Come se lo ricordano, le gite fatte insieme a lui costituivano una forma di ritiro spirituale oppure davano l’opportunità di risolvere i problemi della vita.All’inizio degli anni ’50, Karol Wojtyła fu inviato in congedo ai fini di completare la sua abilitazione alla libera docenza. Fece le sue pubblicazioni nella stampa cattolica di Cracovia (mensile “Segno” e “Tygodnik Powszechny”), scrisse anche saggi filosofici. Dal 1954, per quasi 25 anni, insegnò la teologia ed l’etica presso la facoltà di filosofia all’Università Cattolica di Lublino. Agli occhi degli studenti era un insegnante esigente, ma aperto alla discussione e leale.
Nel 1958 fu nominato Vescovo Ausiliare, e di seguito l’Arcivescovo di Cracovia(1964), diventando all’età di 43 anni, il più giovane arcivescovo di tutto il mondo. Visitava parrocchie, monasteri, aprì il processo di beatificazione di Suor Faustyna Kowalska. Incontrava l’ambiente artistico e quello scientifico. Il passo successivo fu quello di unirsi al Collegio Cardinalizio (1967), anche questa volta come il più giovane membro di questo corpo. Lavorò insieme al Cardinale Primate di Polonia Stefan Wyszynski, chiamato il Primate del Millennio, visitò le parrocchie e le università all’estero.

Nel 1976, guidò il Ritiro Quaresimale in Vaticano. Il 16 ottobre 1978, il Cardinale Karol Wojtyła fu eletto Vescovo di Roma. Come Santo Padre prese il nome di Giovanni Paolo II.